Runtastic-Orbit-la scelta-definitiva-per-l-activity-tracking-jacopococcia

Runtastic Orbit: la scelta definitiva per l’activity tracking?

Photo credits: Run – Mark Ashkenazi

 

Chi mi conosce sa quanto ami programmi, app ed aggeggi di vario genere che permettono il costante monitoraggio delle proprie performance sportive. Negli ultimi anni stiamo vivendo, senza dubbio, la golden age degli activity tracker: praticamente tutti, dai grandi brand alle piccole realtà, hanno subodorato il business connesso al bisogno di controllare i propri miglioramenti aerobici.

Un po’ per gratificare i propri sforzi, un po’ per motivare costantemente la voglia di praticare attività aerobiche, fatto sta che i successori tecnologici del tradizionale cardiofrequenzimetro da torace stanno spopolando tra i geek più sensibili alla forma fisica.

Al mercato in tale crescita esponenziale non poteva sottrarsi l’austriaca Runtastic, fondata nel 2009 e divenuta col tempo leader indiscussa del settore, con più di 75 milioni di download e più di 35 milioni di utenti registrati su Runtastic.com.

Dopo dispositivi GPS proprietari e app ideate per soddisfare qualsivoglia esigenza sportiva (timer, music player e programmi per attività indoor e outdoor) arriva Runtastic Orbit, un dispositivo di tracciamento a funzionamento costante che permette all’utente di tenere traccia di tutte le attività quotidiane, sportive e di riposo.

 

3 preziosi vantaggi di Orbit

 

#1 Davvero completo

Orbit possiede una vastissima molteplicità di funzionalità che la distinguono da tutto ciò che esiste attualmente sul mercato: Display OLED, Ora & Sveglia, Contapassi & Calcolo dei Minuti di Attività, Monitoraggio dei Cicli di Sonno, Happy Tracking e Goal Tracking con indicatore dei miglioramenti.

Dettaglio non marginale: Orbit è resistente all’acqua fino a 100 metri di profondità.

 

#2 Alta adattabilità

Orbit puà essere allacciato al polso, alla cintura o dovunque sia più comodo (anche sotto la canotta o il reggiseno).

 

#3 Una suite cooperativa

Le caratteristiche di tracciamento di Orbit e l’erogazione di dati sono rese ancora più precise dalla cooperazione con l’app Runtastic Me compatibile e con tutta la suite di app Runtastic. Tutti i dati generati da Orbit sono sincronizzati automaticamente con l’app Runtastic Me con connessione wireless, permettendo di monitorarli sul display di Orbit, con l’app Me e su Runtastic.com.

La risposta di Runtastic al mercato è quindi tutta virata alla convergenza semplificata di tecnlogie hardware e software: dettaglio non da poco, se si considerano le defaillance di noti tracker sportivi gravati da bug tecnici o clamorose superficialità strategiche (leggi aver ignorato gli utenti Android).

 

Una scelta ambiziosa ed innovativa che delineerà, nel breve termine, le linee guida del settore. Non vedo l’ora di provarlo!

Shares